Radiologia

Lo studio è attrezzato per ogni necessità diagnostica radiologica. E’ possibile eseguire radiografie endorali, ortopantomografie (panoramiche dentarie), esami TAC (metodologia Cone Beam).

Radiografie Endorali

Sono piccole radiografie che si posizionano nel cavo orale e che vengono impressionate dai raggi emessi dal classico apparecchio radiografico del dentista. Queste piccole radiografie sono molto precise, a fronte di una ridotta esposizione ai raggi x, e sono utili in gran parte dei campi odontoiatrici; forniscono informazioni utilissime durante le devitalizzazioni (radiografia periapicale), nella prevenzione della carie (radiografia bitewing), nella diagnosi della piorrea o malattia parodontale (esame radiografico sistematico endorale), ed in tanti altri campi.

Ortopantomografie (panoramiche dentali)

È l’esame radiografico completo della bocca, col quale è possibile visionare anche l’articolazione della mandibola per una prima valutazione dei disturbi temporomandibolari. Ha una definizione dell’immagine inferiore a quella delle radiografie endorali, ma è particolarmente utile quando si vuole avere una visione d’insieme sulla situazione generale della salute della bocca, soprattutto quando si devono programmare riabilitazioni protesiche, interventi di implantologia, estrazioni del dente del giudizio.

Esami TAC (metodologia Cone Beam)

In alcuni casi specifici, può essere necessario un esame tac (tomografia), che permette di avere immagini tridimensionali ( a differenza delle radiografie endorali e delle panoramiche che sono bidimensionali) di piccoli particolari o di tutta la bocca.

Tomografia

E’ indispensabile per :

  • Vedere i rapporti tra le radici del dente del giudizio ed il nervo alveolare inferiore, per eseguire estrazioni del dente del giudizio in tutta sicurezza.
  • Programmare riabilitazioni con impianti con la tecnica  computer guidata, che sfrutta le potenzialità digitali dei computer e dei sistemi di fresaggio cad-cam. Il paziente viene sottoposto ad una TAC digitale, indossando in bocca una speciale mascherina: sulle immagini TAC visualizzate sul computer si possono virtualmente provare gli impianti sull’osso del paziente, decidendone posizione, numero e dimensione. Decisi questi parametri, sarà possibile costruire una mascherina personalizzata sul paziente, che verrà utilizzata il giorno dell’intervento, e che guiderà l’implantologo nel posizionare gli impianti nell’esatta posizione studiata con la TAC, addirittura senza dover incidere la gengiva. E’ una procedura che rende più rapida la seduta chirurgica, e particolarmente adatta ai pazienti che hanno problemi di coagulazione a causa di terapie farmacologiche (coumadin per esempio).
  • Eseguire esami dell’articolazione temporo mandibolare più approfonditi di quelli ottenibili con la panoramica dentaria (proprio perché immagjni tridimensionali).
  • Valutare l’esatta posizione di lesioni endodontiche o anatomie dentarie particolari. Alcuni denti possono avere nervi sovrannumerari, ed è importante saperlo per eseguire una corretta devitalizzazione. In altri casi la tac rende visibili lesioni infettive altrimenti non localizzabili con altri esami, od i rapporti di infezioni ad origine dentaria con i seni mascellari (per scoprire la causa delle sinusiti mascellari).
  • Misurare  il quantitativo di osso presente sopra alcune strutture anatomiche; in alcuni casi è fondamentale poter avere una misura precisa di quanto osso sia disponibile per posizionare degli impianti in vicinanza del nervo alveolare inferiore a livello mandibolare, o del seno mascellare a livello della mascella.
  • Visionare i limiti di lesioni ossee (per esempio cisti) ed i loro rapporti con i denti e le strutture anatomiche vicine, per programmarne la rimozione.

Tutti gli esami radiologici eseguiti nel nostro studio sono digitali, quindi consentono una minore esposizione a raggi x rispetto agli apparecchi tradizionali (ancora molto diffusi), oltre al rispetto dell’ambiente, in quanto non sono più necessari liquidi di sviluppo e fissaggio delle lastre, fortemente inquinanti.