I 10 MOTIVI PER CUI DEVI ASSOLUTAMENTE SOSTITUIRE I DENTI PERSI

Purtroppo tante persone hanno perso uno o più denti nell’arco della vita. Succede ai giovani, agli anziani, alle donne, agli uomini, A TUTTI.

Succedeva sicuramente più spesso in passato, quando i dentisti toglievano molto facilmente i denti che erano rovinati: tante persone si sono trovate “sdentate” in parte o del tutto, per colpa della cultura odontoiatrica di un tempo. Per fortuna la tecnologia ha fatto passi da gigante, ed oggi si possono “salvare” denti che fino a trent’anni fa venivano inevitabilmente estratti.

I denti più frequentemente persi sono i primi molari permanenti, denti che spuntano in bocca intorno ai 6 anni, quando non si è capaci, né si ha tanta voglia di lavarsi i denti in modo corretto. Quando i genitori si accorgono che questi denti sono spuntati, spesso essi sono irrimediabilmente rovinati.

Tante donne lamentano di aver perso denti durante la gravidanza, tanto che c’è il detto “ogni gravidanza, un dente”. I motivi sono molteplici, ed effettivamente tante donne si trovano a pagare un prezzo salato in questo momento importante della loro vita.

Una delle principali cause della perdita dei denti, è la parodontite (o piorrea), che causa il riassorbimento dell’osso attorno ai denti, che incominciano a muoversi, che possono provocare ascessi, e che quindi devono essere estratti.

Questi sono solo alcuni dei motivi più frequenti che portano a perdere uno o più denti. Succede spesso, può succedere a tutti, anche a chi tiene davvero tanto alla salute della propria bocca.

Aver perso uno o più denti non è una cosa di cui vergognarsi; tante persone evitano di andare dal dentista per paura di essere giudicati.

I dentisti ovviamente conoscono le cause che hanno fatto perdere denti ai pazienti, per cui non giudicano, ma si preoccupano di scoprire perché il paziente sia in quella situazione, e di dare consigli di igiene dentale e di prevenzione, di stili di vita da adottare.

Quello che i dentisti dovrebbero fare, è educare i pazienti sull’importanza della sostituzione dei denti persi.

PUO’ CAPITARE DI PERDERE UN DENTE, MA NON DEVE SUCCEDERE DI RIMANERE SENZA DI ESSO, BISOGNA CORRERE AI RIPARI!

Spingere il paziente a sostituire il dente perso non è una mossa del dentista per guadagnare più soldi; è indispensabile chiudere lo spazio lasciato vuoto.

Scopri l’epitome dell’eleganza con i nostri squisiti replica watches. Svelando la qualità artigianale per gli appassionati di orologi più esigenti che cercano il lusso a prezzi accessibili.

E’ assolutamente giustificabile che il paziente pensi che il dentista gli voglia “vendere” un nuovo dente , un impianto ; la colpa di ciò è nostra, perché non spieghiamo PERCHE’ sia FONDAMENTALE sostituire il dente perso.

Perché i dentisti si dimenticano di dare queste spiegazioni?

Se ad una persona viene spiegato ciò, diventa inevitabile che senta la necessità di correre ai ripari, di rimettere a posto la propria bocca.

Vediamo allora i motivi per cui è INDISPENSABILE sostituire un dente perso.

MOTIVO NUMERO 1:

I DENTI VICINO A QUELLI PERSI SI SPOSTANO

Quando si perde uno o più denti, iniziano una serie di assestamenti della bocca. Lo spazio lasciato libero dal dente perso, col tempo si modifica, riducendosi per colpa dei denti vicini e dell’arcata opposta, che cambiano posizione. Il dente dell’arcata opposta “estrude”, cioè tende ad uscire dall’osso in cui è alloggiato, quasi come se cercasse il contatto col dente mancante; ne consegue che lo spazio disponibile in altezza si riduce. I denti vicini tendono ad inclinarsi verso lo spazio lasciato libero; inclinandosi, non hanno più un contatto corretto con i denti antagonisti. Se si attende troppo a sostituire il dente perso, può succedere che lo spazio si riduca al punto tale da non poter essere più possibile sostituirlo in seguito.

È ovvio che queste modifiche non avvengano da un giorno all’altro, nemmeno in pochi mesi di tempo, tuttavia, soprattutto in persone con grande forza masticatoria, o con ossa non troppo robuste, questi cambiamenti avvengono nel giro di pochissimi anni.

MOTIVO NUMERO 2:

I DENTI DAVANTI SI ALLARGANO E L’ESTETICA DEL SORRISO PEGGIORA

I molari hanno due o tre radici, quindi sono ben piantati nell’osso, per resistere ai carichi masticatori. I denti anteriori, invece, hanno una sola radice, spesso anche sottile. Se si perdono i denti posteriori, quelli anteriori non riescono a resistere ai carichi masticatori, con la conseguenza che si inclinano in avanti e si allargano tra di loro, riducendone la capacità masticatoria, e peggiorando fortemente l’aspetto del sorriso.

Tante persone vengono da noi, lamentandosi dei propri denti che si sono allargati. Le lamentele più frequenti sono:

“una volta non avevo mica questi spazi tra un dente e l’altro!”

“ perché i denti di sopra si sono inclinati così in fuori?”

“ per colpa dei denti che si sono spostati in avanti, le labbra ora sporgono in fuori e non mi piacciono”

Ripristinare l’aspetto originario del viso una volta che queste modifiche sono già avvenute, è molto complesso; ben più facile è prevenire queste modifiche, sostituendo subito i denti persi.

MOTIVO NUMERO 3:

LA PERDITA DI DENTI DETERMINA LA PERDITA PROGRESSIVA DI OSSO

Quando si perde un dente, inizia un processo di guarigione che porta al riassorbimento di una parte dell’osso che era prima attorno al dente. La perdita di osso è ancora più marcata se il dente estratto aveva delle infezioni provocate da carie non trattate o dalla piorrea. Il riassorbimento osseo avviene principalmente nelle prime settimane dopo l’estrazione del dente, ma prosegue lentamente anche successivamente. L’osso si riassorbe anche quando si indossa una protesi mobile; il continuo carico masticatorio della protesi sulla gengiva determina la perdita progressiva del volume osseo. Per questo motivo non conviene far passare troppo tempo dalla perdita del dente a quando si decide di applicare un dente artificiale (tramite un impianto); se si è perso troppo osso, è anche possibile che non si possa più applicare un impianto, o che sia necessario innestare dell’osso per ricreare il volume osseo sufficiente, con costi ed invasività degli interventi maggiori.

Inserire un impianto nel poco osso sufficiente può avere queste conseguenze:

  • Si deve utilizzare un impianto corto, con il rischio che la riabilitazione non duri nel tempo

  • Il dente che emerge dalla gengiva è molto più lungo dei denti vicini, con un risultato estetico non soddisfacente

  • La gengiva attorno all’impianto è molto meno sporgente che sui denti naturali vicini, con un aspetto moto meno naturale.

  • La gengiva è meno resistente ai traumi da spazzolamento e masticatori. Anche in questo caso il rischio è una minore durata dell’impianto

MOTIVO NUMERO 4:

UN DENTE NON SOSTITUITO PORTA AD UN CARICO ECCESSIVO SUI DENTI ADIACENTI, CON IL RISCHIO DI PERDERE ALTRI DENTI 

Quando si perde un dente c’è il rischio che si instauri un effetto “domino”, il famoso gioco per il quale la caduta di un mattoncino provoca la caduta consequenziale dei mattoncini successivi. La perdita di un dente provoca un aumento del lavoro da parte dei denti vicini; alla lunga anche questi denti possono subire gravi danni, con il rischio di perdere anche questi.

Sei disposto a perdere altri denti, per non aver sostituito tempestivamente il primo dente perso? Sai quanto ti può costare in più aver atteso a lungo nel sostituire un dente? Bada che non sto dicendo questo per farti sentire in colpa; lungi da me il volerti colpevolizzare se effettivamente hai perso, nel tempo, una serie di denti. Se sei in questa situazione, non ti preoccupare; c’è sempre una soluzione ai problemi. Se invece stai leggendo questa guida quando hai perso pochi denti, allora ORA sai cosa devi fare prima che la situazione peggiori.

MOTIVO NUMERO 5:

PERDERE DENTI PORTA AD UNA MODIFICA DELLA POSIZIONE DEGLI ALTRI DENTI, CON UN ASPETTO DEL VISO “VECCHIEGGIANTE”

A chi non è mai capitato di guardare delle vecchie foto, e rendersi conto dei cambiamenti avvenuti in noi? Uno dei cambiamenti che avviene più frequentemente, è la riduzione dell’altezza del terzo inferiore del viso, causata dall’usura dei denti o dal loro cambio di posizione. La punta del mento sporge di più verso l’esterno e si avvicina alla punta del naso; le labbra si sovrappongono, ed il labbro inferiore sporge in fuori. Sul labbro superiore si formano rughe verticali che vanno verso il naso, tra labbro inferiore e mento si formano delle rughe o addirittura solchi orizzontali perché il labbro si ripiega in fuori. Il tipico aspetto vecchieggiante, quello sempre rappresentato quando nei film o nei cartoni animati appare una strega, o la befana. Forse è un’immagine un po’ estrema, come anche l’immagine di un anziano senza denti; ma se ci pensate, basta perdere qualche dente, gli altri denti si assestano, si inclinano, e le labbra non si sfiorano più semplicemente, ma si appoggiano in pieno una sull’altra, ripiegandosi su se stesse. Chiunque osservi un viso che ha subito questi cambiamenti, seppur piccoli, è in grado di accorgersi che c’è qualcosa di cambiato: magari non sa descrivere esattamente i particolari, ma si rende conto che il viso di quella persona ha l’aspetto invecchiato.

Se i denti rimanessero nella loro posizione, la distanza tra mascella e mandibola rimarrebbe la stessa, e le labbra non si avvicinerebbero e non cambierebbero il loro aspetto. Se vuoi sembrare sempre giovane, non devi perdere denti, o devi aggiungerli nuovamente!

MOTIVO NUMERO 6:

I DENTI RIMANENTI SI USURANO

La mancanza di denti nelle zone posteriori fa sì che i denti anteriori siano soggetti ad un lavoro extra. L’eccessivo uso di questi denti può portare ad un loro consumo progressivo;

  • Inizialmente i bordi del dente incominciano a non essere più regolari, ma diventano seghettati; di per sé questo iniziale danno rappresenta soltanto un problema estetico

  • I margini dentali, assottigliati dall’usura, cioè dallo sfregamento dei denti superiori con quelli inferiori, diventano molto sottili, e talvolta si rompono, lasciando dei margini taglienti per lingua e labbra, e soprattutto diventando brutti da vedere.

  • Il dente continua a consumarsi, riducendo drasticamente la sua lunghezza, fino a quasi scomparire dalla vista quando si parla, nascosto dalle labbra; sembra quasi di non avere denti e, se l’usura è contemporanea su i denti sopra e sotto, si ha una tale riduzione dell’altezza del viso, che l’aspetto che si assume è quello di una persona ben più vecchia di quello che si è in realtà.

MOTIVO NUMERO 7:

UN DENTE PERSO NON SOSTITUITO PORTA AD UNA SERIE DI CONSEGUENZE CHE COMPORTERANNO SPESE DI DENARO SEMPRE PIU’ GRAVOSE

Volendo fare un paragone, la bocca è come un’automobile; oltre a dover fare tagliandi periodici, eventuali problemi devono essere intercettati immediatamente. Immaginate di avere una spia sul cruscotto accesa; se la ignorate troppo a lungo, rischiate di trovarvi con un danno decisamente più grosso. E’ meglio cambiare l’olio, od aggiungere liquido al radiatore per tempo, o trovarsi col motore danneggiato e da sostituire del tutto od in parte? Sostituisci il dente perso in fretta, prima di dover mettere mano a danni maggiori!

MOTIVO NUMERO 8:

LA PERDITA DI DENTI PUO’ PORTARE A PROBLEMI E DOLORI ALLE ARTICOLAZIONI DELLA MANDIBOLA, A DISTURBI MUSCOLARI ED A CEFALEE

I molari sono denti molto robusti, in grado di sostenere quasi da soli la masticazione, e quindi anche in grado di mantenere distanti tra loro i capi ossei che mettono in articolazione la mascella con la mandibola. Quando si iniziano a perdere dei molari, i capi ossei incominciano ad avvicinarsi, con una conseguente compressione all’interno dell’articolazione, che può portare vari disturbi. Si inizia con rumori articolari, per poi proseguire con dolori alla masticazione, all’apertura della bocca, dolori muscolari, mal di testa molto frequenti, fino a dolori che possono far peggiorare notevolmente il tenore di vita di chi ne è affetto. Molte persone sottovalutano i sintomi che si possono avere; non è normale avere una mandibola che schiocca quando si apre la bocca, non è normale essere affaticati quando si sta con la bocca aperta, non è normale svegliarsi la mattina con i muscoli tesi. Sottovalutare questi segni può portare ad un peggioramento della situazione, fino anche ad un’usura marcata delle ossa delle articolazioni, ed a dolori molto forti, difficili da eliminare quando la situazione è molto compromessa.

MOTIVO NUMERO 9:

LA DIFFICOLTA’ MASTICATORIA DOVUTA ALLA PERDITA DEI DENTI PORTA AD UN DISAGIO PSICOLOGICO, AD EVITARE LA VITA DI RELAZIONE CON GLI ALTRI

La perdita di denti su uno od entrambi i lati della bocca determina una difficoltà nella masticazione. L’assenza completa di denti costringe all’uso di protesi mobili, che spesso non danno il comfort desiderato, o addirittura possono provocare dolori.

L’impossibilità di mangiare bene spesso costringe ad evitare di trovarsi nella situazione di dover mangiare in compagnia, per non trovarsi in una situazione di vergogna.

La perdita di denti in zone della bocca visibili agli occhi della gente che ci sta di fronte, fa sì che si eviti di sorridere in pubblico, oppure che si metta la mano davanti alla bocca per non mostrare gli spazi vuoti, o addirittura che non si esca più di casa per evitare situazioni di disagio.

L’insicurezza che ne deriva porta ad un umore più cupo, alla perdita della stima in se stessi, in generale ad un comportamento di chiusura verso gli altri, ed alla depressione.

MOTIVO NUMERO 10:

MANGIARE MALE PUO’ PORTARE AD UNA RIDUZIONE DELL’ASPETTATIVA DI VITA

Studi scientifici hanno dimostrato che una cattiva alimentazione può portare ad un generale malfunzionamento dell’organismo, con una predisposizione a varie malattie, con la conseguente riduzione dell’aspettativa di vita. Appare evidente che questo discorso non valga per coloro che hanno perso un solo dente, ma se si perdono denti su entrambi i lati della bocca, ecco che la masticazione diventa più difficile, e si può iniziare ad avere difficoltà nella masticazione e nella digestione. Il problema è probabilmente sempre presente nelle persone che indossano le protesi complete, le classiche dentiere: una dentiera che muove, che non è stabile, rende la masticazione molto difficile e dolorosa, per cui spesso si è costretti a cambiare la propria alimentazione per sopportare i disagi. Gli impianti possono migliorare notevolmente il comfort nella masticazione, e quindi migliorare in modo eclatante il tenore di vita dei portatori di protesi.

Cosa ne pensi, ora che sai che è INDISPENSABILE sostituire i denti persi?

Pensi ancora che, se il dente perso è in fondo alla bocca e non si vede, puoi stare senza di esso? Probabilmente nessuno si accorgerà che hai perso un molare, ma molti si accorgeranno dei tuoi denti davanti allargati ed inclinati in avanti per non aver sostituito nei tempi giusti il molare perso.

Pensi ancora che, stando senza dente, hai risparmiato dei soldi? Oppure hai compreso che i soldi che non hai speso allora, ti costringeranno a spendere molto di più per rimediare ai danni subiti per la tua mancanza di tempestività?

Pensi davvero che risparmiare dei soldi sia un motivo sufficiente per accettare di vivere una vita con cefalee frequenti, fastidi o dolori all’articolazione?

Ogni nostra azione ha delle conseguenze; ma anche ciò che non abbiamo deciso di fare ha delle ripercussioni.

Come nel film SLIDING DOORS, in cui si vedono gli eventi scatenati da due decisioni diverse prese dalla protagonista, anche voi , ORA che avete letto questa guida, avete la possibilità di sapere cosa succederà in seguito alle vostre decisioni.

Se deciderete di lasciare le cose così come stanno, saprete che rischierete di:

  • Avere degli assestamenti della masticazione, che vi renderanno difficile mangiare su uno dei lati della vostra bocca, con danni futuri sul lato opposto

  • Avere un peggioramento dell’estetica della vostra bocca, con cambiamento della posizione dei denti davanti

  • Avere dolori muscolari e mal di testa ricorrenti

  • Usura dei denti, con antiestetici accorciamenti dei denti anteriori

  • Dolori alle articolazioni, con danni permanenti ed irreversibili alle articolazioni stesse

  • Perdere denti vicini a quelli già persi, perché sovraccaricati e non più in grado di resistere al carico masticatorio

  • Avere difficoltà digestive dovute all’incompleta masticazione. Può portare a conseguenze in tutto il corpo, con una dimostrata riduzione della vita media rispetto alle persone che hanno tutti i propri denti o quelli mancanti sostituiti

  • Difficoltà nell’avere una vita sociale soddisfacente, perché non vi troverete a vostro agio a mangiare in compagnia, o addirittura vi troverete nel disagio di non poter sorridere liberamente per la paura che qualcuno veda i vostri denti.

Se deciderete di AGIRE, e di farvi consigliare sulla soluzione ideale per sostituire i denti mancanti, saprete fin d’ora che:

  • Sarete finalmente fieri del vostro sorriso! Immaginate quanto possa essere liberatorio non dovervi preoccupare di niente, ma essere liberi di essere voi stessi! La vostra fiducia in voi stessi colpirà le altre persone, non passerà inosservata. Studi scientifici hanno dimostrato che le persone più stimate e accerchiate da un maggior numero di amici sono quelle che sorridono di più.

  • La vostra digestione sarà perfetta, e non ci saranno ripercussioni sulla vostra salute generale. Riuscire a masticare bene significa digerire bene, quindi dare maggiore energia al proprio corpo, rendere il nostro organismo una macchina che lavora in modo efficiente. Ne consegue che ci sentiremo meglio, pieni di energia, in grado di avere la forza per affrontare qualsiasi difficoltà. Anche la qualità della nostra vita migliorerà, e vivremo anche più a lungo!

  • La sostituzione dei denti mancanti vi permetterà di conservare più a lungo anche gli altri denti. Affrontare TEMPESTIVAMENTE un problema dentario è la migliore scelta che si può fare, perché vi garantisce davvero di mantenere la salute anche del resto della vostra bocca. Insomma, si potrebbe dire che il lavoro fatto dal dentista, oltre ad avere una sua garanzia, garantisce la salute anche agli altri denti!

  • I soldi spesi saranno un ottimo investimento per il futuro, perché non dovrete spendere cifre più alte in futuro, quando il problema iniziale si sarà amplificato

  • Non avrete dolori muscolari, o articolari, che vi costringeranno a prendere farmaci antidolorifici con ripercussioni su stomaco e fegato

  • Non soffrirete di cefalee, ma potrete godervi la vita. Niente più giornate trascorse a letto, senza godervi la vostra famiglia, senza dover rinunciare a weekend con amici, gite, o qualsiasi alta cosa desideriate.

Avete capito tutto, ma è la paura che vi frena? In questo caso sappiate che:

  • Gli impianti non sono l’unica soluzione possibile; saremo a disposizione per spiegarvi dell’eventuale esistenza di soluzioni alternative

  • Mettere gli impianti non è doloroso: durante la seduta in cui questi vengono inseriti, l’anestesia vi mette nelle condizioni di non sentire ASSOLUTAMENTE nulla. Nei primi giorni, con l’uso di antidolorifici, si continua ad avere tutto sotto controllo

  • Abbiamo inventato e collaudato un protocollo, chiamato PROTOCOLLO ZERO PAURA ©, che vi permetterà di vivere le sedute dal dentista senza ansia e paura, grazie soprattutto all’uso del protossido di azoto

  • Ormai più di 400 persone hanno deciso di risolvere i loro problemi affidandosi al nostro servizio di implantologia: molti di loro sono stati talmente soddisfatti, da volerci lasciare una testimonianza. Leggi cosa hanno scritto i nostri pazienti

Avete rimandato finora i lavori non per paura, ma perché la spesa vi sembra troppo alta?

L’implantologia è una branca dell’odontoiatria costosa, in quanto si avvale di tecnologie e di specializzazioni da parte degli operatori che richiedono un investimento economico notevole.

E’ compito del dentista, che fa del proprio mestiere una missione di salvaguarda della salute orale della popolazione che si rivolge a lui, venire incontro ai clienti in modo che possano affrontare le spese in modo più sereno.

Alcuni lavori richiedono dei tempi molto lunghi prima di essere terminati; ci sono tempi di guarigione da rispettare, passaggi nelle lavorazioni che è assolutamente controindicato saltare, che fanno sì che i lavori si protraggano a lungo nel tempo. Questi tempi dilatati si prestano bene ad una diluizione nel tempo dei pagamenti.

Se ciò non dovesse essere sufficiente, il nostro studio permette ai pazienti un ampio ventaglio di metodi di pagamento, tra cui anche finanziamenti a tassi agevolati, e l’innovativo metodo di pagamento PAGODIL, con il quale si possono saldare le prestazioni in 12 rate mensili fino a 5000€, senza alcun interesse (gli interessi sono a carico dello studio), e senza la necessità di presentare documentazione reddituale; basta un bancomat (no Bancoposta), il documento di riconoscimento ed il codice fiscale.

NON RINUNCIARE ALLA SALUTE DELLA TUA BOCCA!

NON EVITARE DI ANDARE DAL DENTISTA PER VERGOGNA O PER PAURA!

NON ASPETTARE OLTRE, ORA CHE SAI QUALI SONO LE CONSEGUENZE DELLA PERDITA DEI DENTI!

RIVOLGITI A NOI, STUDIAMO INSIEME QUALE SOLUZIONE E’ LA PIU’ GIUSTA PER TE!

TELEFONA ALLO 0117741751!